mercoledì 30 gennaio 2013

GIUSEPPE IMPASTATO  (Cinisi5 gennaio 1948 Cinisi9 maggio 1978 )


16 giugno 1968
La poesia dell’autore delle “ceneri di Gramsci”

Il Pci ai giovani


In questo mondo colpevole, che solo compra e disprezza,
il più colpevole son  io, inaridito dall'amarezza.



MA CHI HA DETTO CHE NON C'E'...

«Certo, eravamo giovani. Eravamo arroganti, eravamo ridicoli, eravamo eccessivi, eravamo avventati, eravamo sciocchi. Ma avevamo ragione.» Abbie Hoffman




Bo Hansson 




TERZOCINEMA: MAMELA NYAMZA LABORATORY



martedì 29 gennaio 2013

VOCI NEL BUIO

VENERDI' 22 FEBBRAIO 2013 ore 20:30
CIRCOLO LA COMUNE - BOLZANO
repliche: 25/02/2013 h20:30 -26/02/2013 h20:30 27/02/2013 h20:30 -28/02/2013 h20:30 01/03/2013 h20:30 - 04/03/2013 h20:30 05/03/2013 h20:30
Bolzano Auditorium Liceo Scientifico Torricelli 
Via Rovigo 42 Tel. 0471 282355

sPAZIOtORCHIO
V.A.M
L'odore della Bora
foto di Mattia Visintini




















V.A.M.
Francesco






Giulio e Frida







lunedì 28 gennaio 2013


Le bellissime foto di Giada.

Già si presenta teneramente minuta, 
intrisa di quel mistero soprannaturale che è Trieste.
Infatti Giada parla tiriestino e il suo nome lo spartisce con la pietra ornamentale, pietra dei finachi, benefica. Lei ha proprietà calmanti, rasserenanti e lenitive. Giada Genzo è una fotografa e le sue fotografie sono sacre rappresentazioni in cui l’ovvio attaccato al corpo diventa particolare insolitamente meraviglioso. Femminili come giade cinesi sapientemente lavorate, le sue foto opalescenti sono tenere dimostrazioni di amorevolezza; puro godimento sensoriale. 
Questa ragazza ha il dono di vedere i Corpi e le Cose come "disegni della luce". 

VOCI NEL BUIO A PADOVA


lunedì 21 gennaio 2013

Voci nel Buio a Trento - 23 -1 - 2013




Blood For Dracula - 1974

By Paul Morrisey






















V.A.M.
LABORATORIO DI VIDEO ALFABETIZZAZIONE MULTISENSORIALE
Report fotografico di Mattia Visintini: Sabato 19 Gennaio 2013 (ore 9,30 -18)
PROSSIMO INCONTRO Sabato 26 Gennaio 2013 (ore 9,30 -18) SALA ROSA (Nei Pressi del Posto delle Fragole) - PARCO DI SAN GIOVANNI - EX OPP - TRIESTE 




domenica 20 gennaio 2013

VOCI NEL BUIO - TRENTO

VOCI NEL BUIO
Data: Mercoledì 23 gennaio 2013
Dove: Multisala Astra, Corso Buonarroti, Trento
Orario: ore 21.00 





giovedì 17 gennaio 2013

I Padri Spirituali e materiali del terzocinema

MAURIZIO PASETTI
Coofondatore del terzocinema. Uno dei primi ricercatori che hanno affrontato la "Postazione per la Memoria". Autore poliedrico: scrittore, regista, compositore e sceneggiatore. Ha concepito e redatto assieme a Rodolfo Bisatti il progetto VAM: Video Alfabetizzazione Multisensoriale patrocinato dall'UNESCO.

Maurizio Pasetti sul set di "Voci nel Buio" (foto di Mattia Visintini)

Sabato 19 e Domenica 20 Gennaio 2013 - ORE 18,15 - CINEMA ARISTON - TRIESTE







VOCI NEL BUIO

" Come lupi mascherati da agnelli ci aggiriamo per le strade, pronti a divorare chiuque ci segni come handicappati, ma anche pronti a donare il cuore a chiunque ci accompagni nel viaggio..."

Riflessioni su “Voci nel Buio” di Arthur Frame   

Il cinema del carbone










Cinema Ariston di Isidoro Brizzi - Viale Romolo Gessi 14 - Trieste - 
Rodolfo Bisatti presenta Voci nel Buio

mercoledì 16 gennaio 2013


VOCI NEL BUIO - 23 GENNAIO 2013 - ORE 21 -  CINEMA ASTRA - TRENTO

Rodolfo Bisatti e Maurizio Pasetti sul set di Voci nel Buio.  Foto di Mattia Visintini

lunedì 14 gennaio 2013

TRASMISSIONE RADIO2 DAYS

MERCOLEDI' 23 GENNAIO 2013 - ORE 21
CINEMA ASTRA CORSO MICHELANGELO BUONARROTI, 16 - TRENTO


RAI RADIO 2 DAYS DOMENICA 13 GENNAIO 2013 ORE 19 Intervista sul "terzocinema" e l'Uscita del film "Voci nel Buio"
AUGUSTO DAOLIO E I NOMADI 1967

"Per fare un uomo" fu censurata per un verso che diceva "per fare un bimbo, un ora d'amore" che fu sostituito da "per farlo vero un istante d'amore"

mercoledì 9 gennaio 2013


ANALFABETIZZAZIONE

La mia madre l'ho chiamata sasso,
perché fosse duratura sì, ma non viva.
I miei amici li ho chiamati piedi,
perché ero felice solo quando si partiva.
Ed il mio mare l'ho chiamato cielo,
perché le mie onde arrivavano troppo lontano.
Ed il mio cielo l'ho chiamato cuore,
perché mi piaceva toccarci dentro il sole con la mano.
Non ho mai avuto un alfabeto tranquillo, servile,
le pagine le giravo sempre con il fuoco.
Nessun maestro è stato mai talmente bravo,
da respirarsi il mio ossigeno ed il mio gioco.
Ed il lavoro l'ho chiamato piacere,
perché la semantica è violenza oppure è un'opinione.
Ma non è colpa mia, non saltatemi addosso,
se la mia voglia di libertà oggi è anche bisogno di confusione.
Ed il piacere l'ho chiamato dovere,
perché la primavera mi scoppiava dentro come una carezza.
Fondere, confondere, rifondere infine rifondare
L'alfabeto della vita sulle pietre di miele della bellezza.
Ed il potere nella sua immensa intelligenza nella sua complessità.
Non mi ha mai commosso con la sua solitudine
non l'ho mai salutato come tale.
Però ho raccolto la sfida, con molta eleganza e molta sicurezza,
da quando ho chiamato prigione la sua felicità.
Ed il potere da quel giorno m'insegue,
con le sue scarpe chiodate di paura.
M'insegue sulle sue montagne,
quelle montagne che io chiamo pianura.

Claudio Lolli





LE CINQUE PIAGHE DEL CINEMA ITALIANO

L'Uomo Moderno



L'"uomo moderno" (Levico Terme, luglio 2009),
Anastatica dedica fotografica al marinettiano
centenario movimento futurista (1909/2009)

lunedì 7 gennaio 2013

LA SISTEMAZIONE
di Angelo Casto

Accanimento terapeutico La morte della TV! Era ammalata da molti anni




Accanimento terapeutico
Era ammalata da molti anni
immagine
La tv è oramai un malato terminale, attorno al suo lettino bianco flotte di medici armati di medicine mediatiche (reality show, contenitori pomeridiani, principi che ballano, nani e giullari di corte), per un accanimento terapeutico senza precedenti.

Ne sà qualcosa il povero Enrico Papi che continua a condurre da anni la stessa "trasmissione" alla quale cambiano il nome nel tentativo di darle quella mano di bianco che fa tanto corsia d'ospedale.

Intanto la rete si arricchisce di contenuti, si evolve e si concede sempre di più ad un pubblico ghiotto di nuovi imput. I siti che forniscono contenuti in streaming spuntano come funghi basta fare una ricerca su google per trovare portali che forniscono tutti i film degli ultimi 50 anni in ordine alfabetico e suddivisi per genere. Mentre la tv fà un triplo carpiato con doppio avvitamento a destra (o scappellamento a destra) e si reinventa digitale, per potersi vendere a "pochi" euro offrendo le ultimissime puntate del Dr. House o  dei "Visitors" nuova serie che partirà a settembre, peccato che le prime 5 puntate della 1° serie sono già in rete da mesi.

E che dire dell'informazione?, se prima la tv aveva il "prestigio" di arrivare prima dei giornali cartacei, oramai nulla può davanti alla velocità della rete che sforna notizie articolate e correlate da dettagli multimediali che fanno impallidire i notiziari televisivi che invece danno notizie morte, e che notizie poi.... pochi minuti fà ho acceso la tv e un tg mi ha "informato" che il primo biglietto per la partita di Champions League 2010 Inter-Bayern Monaco è stato venduto ad un turista asiatico che si trova in vacanza nel nostro paese mostrando la foto del fortunato con gli occhi a mandorla, e un quesito si è levato spontaneo nella mia testa:  ma che cazzo di notizia è?

Comunicato:
Il  proteiforme BOLG si sta ritirando?    il fluido mortale ha sconfitto eroicamente se stesso.  
Ripeto: il  magma  gelatinoso che soffocava gli spazi vitali si è suicidato.
Arthur Frame