martedì 27 novembre 2012


ANTONIO LIGABUE


Associazione Ala Fvg
Via Mattioli n. 20/a/5 34170 Gorizia CF:  91036900313 
Tel./Fax: +39 0481-536069 Sito: www.ala.fvg.it E-mail segreteria: info@ala.fvg.it

Gentilissimo/Spett.le
Lavoratore dell’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia
Sede
Gorizia, 24 novembre 2012

Gentilissimo/a collega,
desideriamo informarti che da poco più di un mese si è costituita legalmente ALA FVG - ASSOCIAZIONE LAVORATORI DELL’AUDIOVISIVO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA”.

Si tratta di un’Associazione culturale senza scopo di lucro che riunisce al suo interno ben cinque categorie professionali: 

1. ATTORI PROFESSIONISTI
Rappresentante MANUEL FANNI CANELLES 

2. AUTORI E REGISTI
Rappresentante ALBERTO FASULO 

3. CAPI-REPARTO E MAESTRANZE
Rappresentante e Vice Presidente MARTA PASQUALINI

4. CASTING (comparse, figurazioni speciali) e LOGISTICA (locations, alberghi, fornitori)
Rappresentante e Presidente ANTONELLA PERRUCCI 

5. PRODUTTORI
Rappresentante ANDREA MAGNANI

egualmente rappresentati in un Consiglio Direttivo democraticamente eletto. 

Le Finalità di “ALA FVG”, che conta già un centinaio di soci, sono la promozione, il monitoraggio, lo sviluppo e il sostegno sia delle arti  audiovisive e mass-mediali (cinema, teatro, TV, ecc.) sia  delle attività e delle problematiche dei lavoratori di questo settore.

Prima nel suo genere "ALA FVG" si propone anche di raccogliere l'adesione dell'intero comparto cinematografico, non come un'associazione di categoria ma come una tavola rotonda dove poter migliorare il proprio operato attraverso un confronto sano e pragmatico dei lavoratori.

In particolare intende rappresentare ciascuna categoria interna all'Associazione - tutelandone le competenze e gli interessi – in tutte le sedi pubbliche e private e in occasione della formulazione di leggi, norme e regolamenti, nazionali e locali, riguardanti le categorie stesse, impegnandosi anzitutto per la modifica delle disposizioni che inficiano gravemente l’effettiva operatività di due preziosi ed efficaci strumenti per il comparto che rappresentiamo, che negli anni hanno dato dei risultati eccezionali e che tutte le regioni ci invidiano: il Fondo Audiovisivo FVG e la Film Commission FVG.

In questo difficile momento storico, ovunque nel mondo, solo dove la cultura con tutte le sue aree è stata implementata, è diventata motore dello sviluppo generando occupazione, innovazione, progresso e benessere sia materiale che morale (fonte Confindustria – “Il sole 24 ore”) . 

E’ per questo che ti invitiamo a visionare il nostro sito www.ala.fvg.it, dove è possibile consultare anche lo Statuto.

Se intendi unirti all’Associazione puoi contattarci o iscriverti attraverso le modalità che troverai sul sito.
La quota annuale è di 25,00 €.

Altresì ti invitiamo a partecipare alla conferenza stampa di presentazione dell’”Associazione Ala Fvg”, associazione di categoria del comparto cinematografico-audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, prevista per 

Giovedì 29 Novembre 2012, alle ore 11.00
in Sala Tessitori del Consiglio Regionale, Piazza Oberdan, 4 – Trieste.

Nella stessa giornata alle ore 15.00 
presso CASA DEL CINEMA
Piazza Duca Degli Abruzzi, 3 (secondo piano)
Trieste
Ci sarà una riunione dei soci e la possibilità di iscriversi all’Associazione “Ala Fvg”.

Sperando di averti con noi, restiamo a tua disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione.

ALA  FVG
Il direttivo

domenica 25 novembre 2012

Giordano Bruno  Nola1548 – Roma17 febbraio 1600

Maiore forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.

Forse tremate più voi nel pronunciare questa sentenza che io nell'ascoltarla.


Aldo Masullo: Sull'homo Neapolitanus

N-up



Massimo Cacciari - filosofia e scienza


IDOLATRIA - Giotto






VAM 
VideoAlfabetizzazione Multisensoriale

Presentazione al  Pubblico del progetto
Proposto da Kineo Associazione Per lo Studio e la Ricerca Sulla Comunicazione Audiovisiva.  
Patrocinato dall’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per L’Educazione, la Scienza e la Cultura) 

Lunedì 17 DICEMBRE 2012 ORE 18  
PARCO DI SAN GIOVANNI-  PRESSO EX SPAZIO VILLAS  
(CENTRO DI FORMAZIONE AZIENDALE - SALA A)  
TRIESTE

Se qualcuno devesse chiedermi oggi che cos’è la libertà, risponderei senza esitare:
Dominare il linguaggio!
Rodolfo Bisatti

Il nostro mandato è quello di innestare in ogni contesto strategico la Video Alfabetizzazione Multisensoriale. L'obiettivo è combattere l’analfabetismo digitale audiovisivo. A fronte di un continuo incremento e consumo delle telecamere digitali e dei programmi di editing (liberi o integrati)  non corrisponde un adeguato dominio del linguaggio audiovisivo. Il rischio è che l’analfabetismo digitale invece di ridursi si allarghi come una sorta di potenza comunicativa inevasa; un grande BLOG inutile  "massa priva di forma e di consistenza". Ad ora non esistono, secondo noi, “scuole” in grado di trasferire in modo organico conoscenze linguistiche audiovisive. Ci si basa ancora sul modello “cinematografico-televisivo” utile per il cinema (forse) ma inservibile o fuorviante rispetto alla tipologia digitale che persegue tutt'altra logica.
Usare la videocamera come una penna è un’idea (all’epoca solo immaginata da Zavattini) che prende corpo nelle ricerche trentennali di Kineo (studio e ricerca comunicazione audiovisiva).
Kineofilm ha condificato 2 modelli di approccio linguistico che per loro natura aiutano la democratizzaizone dei mezzi audiovisivi digitali: P.P.M e T.A.C. entrambi confluiscono nella cosidetta V.A.M

Ora, per noi, è fondamentale operare in contesti eterogenei, favorire  un appropriato bagaglio culturale di videoalfabetizzazione  per aumentare le possibilità di servirsi adeguatamente del mezzo.  

Migliorando e potenziando le competenze linguistiche audiovisive, si aumentano le possibilità creative proprie e si è in grado di analizzare con maggior efficacia quelle degli altri. Attenzione! abbiamo parlato di competenze linguistiche non di pertinenze tecniche; cioè della capacità di comunicare per mezzo di un codice articolato, di garantire una non generica normazione del mondo. 

Stiamo dicendo in sostanza che imparare a leggere e a scrive è utile.

La videoalfabetizzazione incentiva l’autonomia comunicativa personale, la capacità di analisi (e sintesi) di un qualsivoglia fenomeno percepibile.  Cio’ avviene prima della cosidetta “comunicazione” come comunemente la si intende quando si parla di media.
Giornali on line, social network, you tube che è il sito web che presenta il maggior tasso di crescita, il video si sta diffondendo ovunque ma non tutti sono in grado di sfruttarlo e governalo come vorrebbero o potrebbero.

Un’applicazione pratica del video avviene sempre piu’ frequentemente nel VideoCV, nel Digital Storytellig, nelle interviste (testimonianze), nella documentazione di un evento o nell’analisi di un gruppo di lavoro, nell’ autopromozione o nella promozione di un territorio, di un’ambito educativo, di un prodotto, di un concetto, di un progetto. Nel testimoniare la storia presente come strumento militante. Le applicazioni sono infinite perchè si basano sull’utilizzo di un mezzo che somiglia alla vita. Purtroppo lo si utilizza spesso come interfaccia nuova su vecchi sistemi culturali invalidanti o a volte controproducenti. 
E' necessario organizzare gruppi di apprendimento che possano aiutare a chiarire meglio che cosa realmente è il linguaggio audiovisivo e come sia possibile utilizzarlo con efficacia.








martinAmOndO

SUR LE CHANTIER!

sabato 24 novembre 2012

Il Mondo sospeso di Caridad (Il mondo qualitativo)


Raramente capita di vedere lo spirito intelligente affiorare nelle opere e nei pensieri degli "artisti" di oggi. Caridad è una delle eccezioni. Le sue parole a coronamento delle scene dipinte sono calde e poetiche, descrivono l'ambiente che sta loro attorno; fatto di pensieri, di sensazioni, di quotidianità, uno dei fortunati casi in cui la "cornice" non è superflua e decorativa ma corpo dell'opera e questa cornice sentimentale è la vita stessa di Caridad, le sue relazioni, l'andare a prendere le uova fresche da un'amica, osservare che tempo fa fuori dalla finestra. Lei ci restituisce questa intimità nelle parole e nelle cose di ogni giorno,  ritagliando in pochi tratti un piccolo mondo, denso, come quello di Giorgio Morandi, con pari intensità nell'osservazione. Trovo bello anche il suo modo di esprimersi quando lei utilizza il termine "melograno seduto sul tavolo" al posto di "appoggiato" e altre licenze poetiche a commento dei quadri, nel tradurre l'inglese in italiano. L'opera di Caridad mi ricorda la regola della finitudine greca e la disciplina antica dell'Icona, cioè dell'arte sacra tradizionale. Questo suo lavoro ha una dimensione spaziale: il quadro contenente la piccola natura morta, e la cornice esistenziale dedotta dai commenti e poi c'è la dimensione temporale, la scansione degli appuntamenti quotidiani; un'opera al giorno. Questa forma di esistenza e di resistenza è totalmente controcorrente rispetto all'idea consumistica dell'arte sponsorizzata oggi, votata e svuotata nell’illimitatezza dell' esibizionismo. Caridad rappresenta quindi un ritorno alla dimensione del limite; al prendersi cura delle cose prossime. Al godimento percettivo del presente. All'avanzamento verso un'arte equosolidale che riporti la donna, l'uomo e  il bambino al centro della propria dimensione umana accettabile e praticabile. Questa è la vera misura oltre-moderna, l'unico situazionismo accettabile: la vita stessa. 

Rodolfo Bisatti



L'INVIDIA - Giotto


CINEMA.3PROGRAMME
Presentazione Pubblica del progetto di  VIDEO ALFABETIZZAZIONE MULTISENSORIALE. (V.A.M)  
Proposto da Kineo Associazione Per lo Studio e la Ricerca Sulla Comunicazione Audiovisiva
Patrocinato dall’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per L’Educazione, la Scienza e la Cultura) 
17 DICEMBRE 2012 ORE 18 - PARCO DI SAN GIOVANNI-  PRESSO 
EX SPAZIO VILLAS  -  TRIESTE




Sostegno al Primorski



giovedì 22 novembre 2012



V.A.M: L'ESSENZIALE E' INVISIBILE AGLI OCCHI
KINEO: ASSOCIAZIONE PER LO STUDIO E LA RICERCA SULLA COMUNICAZIONE AUDIOVISIVA PRESENTA:
V.A.M. VIDEO ALFABETIZZAZIONE MULTISENSORIALE
Progetto Patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l' UNESCO.
PRESENTAZIONE AL PUBBLICO 17 DICEMBRE 2012 ORE 18
PRESSO IL CENTRO DI FORMAZIONE AZIENDALE - SALA A”
(EX SPAZIO VILLAS)
PARCO DI SAN GIOVANNI TRIESTE 

ULTIMA
In collaborazione al programma ABITARE LA VITA SENZA VIOLENZA 2012 - manifestazione dedicata al 25 novembre "GIORNATA INTERNAZIONALE PER L'ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE", con il supporto della PROVINCIA DI TRIESTE e della COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITA' DELLA PROVINCIA DI TRIESTEil GRUPPO78 - INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART ha il piacere di invitarvi, Venerdì 23/11/2012 presso il MAGAZZINO DELLE IDEE - CORSO CAVOUR, 2 - Trieste (entrata lato porto) - ore 17.00 all'inaugurazione del progetto ULTIMA di Leandra Bucconi, Fabiola Faidiga, Lucia Krasovec Lucas, Paola Pisani 


mercoledì 21 novembre 2012

VOCI NEL BUIO - ANTEPRIME



VENERDI' 11 - SABATO 12 GENNAIO - (POMERIDIANO E SERALE) CASA DEL CINEMA -  VIDEOTECA PASINETTI -  SAN STAE - VENEZIA - Palazzo Mocenigo - San Stae 1990 - Venezia - Tel 041 5241320 ACTV vaporetto 1 - Fermata San Stae

MERCOLEDI' 16 GENNAIO (POMERIDIANO E SERALE) CINEMA ARISTON - TRIESTE VIALE ROMOLO GESSI, 14 TRIESTE TEL +39 040 304 222  TRAILER